Prodotti in evidenza

Ed è in una splendida realtà del sud Salento che la nuova collezione di Macramè Italia scopre la sua massima valenza: tra distese di campi verdeggianti, immense piantagioni di aloe e lavanda.
Sono i caratteri della natura rustica del Sud che emergono nelle linee e nelle forme dei capi sartoriali pensati e realizzati per la mini capsule p/e.

,

340,00

,

225,00

,

210,00

,

235,00

,

250,00

,

240,00

,

200,00

, ,

238,00

Ultimi articoli del blog

Aggiornamenti e curiosità dal mondo della moda alla scoperta di nuovi stili e nuove tendenze con un occhio anche al passato. Parleremo di moda etica e moda sostenibile, settore in continua crescita che finalmente è una realtà anche in Italia.

© Manifattura Tessile Salentina soc. Coop. — P.IVA 04594600753

Come lavare la lana o la seta bio: i consigli di Macramè per prendersi cura di un capo delicato

Tutti noi abbiamo il nostro maglione preferito o la camicetta in seta che non vorremmo mai rovinare con un lavaggio sbagliato. Tutte noi vorremmo consigli su come lavare la lana o la seta. Mettetevi comode e leggete le regole per non sbagliare!

Le regole d’oro per prendersi cura dei capi delicati

Si potrebbe pensare che vi siano tantissime regole per lavare i capi delicati, in realtà basta seguirne poche per ottenere risultati perfetti.

  1. Leggere sempre le etichette dei vestiti

Lavare capi delicati in lavatrice può trasformarsi in una vera e propria sfida all’ultimo sangue! Quante volte vi sarà capitato di estrarre dalla lavatrice un maglioncino infeltrito o una camicetta di seta tagliata? Tutto dipende dal fatto se avete letto o meno con attenzione l’etichetta del vostro capo prima di metterlo in lavatrice. Le etichette sono abbastanza intuitive e già a primo sguardo si capisce come va lavato un capo. Queste regole vanno assolutamente rispettate quando si tratta di capi delicati in lana e seta. Rappresentano la bibbia dei lavaggi.

  1. Utilizzare saponi delicati

Molto spesso però se si tratta di capi in lana e seta bio vi consigliamo di lavarli a mano ad una temperatura di 30°. I capi in lana sono soggetti a infeltrimento e per questo consigliamo di lavarli sempre a mano in acqua tiepida e separati da altri capi. Che laviate a mano o in lavatrice la temperatura deve essere bassa e il sapone delicato e neutro.

  1. L’asciugatura

Se avete lavato a mano il vostro maglione di lana prima di procedere all’asciugatura vi consigliamo di avvolgerlo in un asciugamano di spugna che consentirà di togliere l’acqua in eccesso senza rovinarlo e stenderlo in orizzontale. In questo modo il capo non si deforma. Per le camicette in seta e i vestiti vi consigliamo l’asciugatura su un appendino per abiti.

I capi delicati non vanno mai strizzati o centrifugati. Se non siete sicuri del tipo di lavaggio da adottare per prendervi cura dei vostri capi delicati e far sì che durino a lungo rivolgetevi ad una lavanderia.

Lana e seta bio, come una seconda pelle

Per noi la scelta delle materie prime che utilizziamo per confezionare un capo è importantissima. Scegliamo filati bio per rispettare l’ambiente e noi stessi. Un capo bio diventa addosso come una seconda pelle, per questo vogliamo che ve ne prendiate cura nel modo migliore. Macramè ha da sempre un approccio etico e per questo sceglie esclusivamente fibre naturali. Ciò che desideriamo è rendere partecipe il consumatore adottando uno stile di vita etico e sostenibile. Prendersi cura di un capo bio significa dargli una lunga vita, senza sprechi. 



Macramé

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter.

ho letto e accetto la privacy policy