Prodotti in evidenza

In un mondo, prigioniero di giudizio e pregiudizi, in cui le diversità fanno ancora fatica ad essere considerate come arricchimento invece che come elemento differenziante, in un mondo nel quale ognuno vuole far emergere un proprio concetto di “normalità”, trova una sua dimensione la nuova collezione Macramè Italia.

maglione alpaca macramè

,

90,00
collo lungo in seta

,

45,00
collo corto in seta

,

45,00

,

140,00
gonna tubino nera

,

190,00
gonna portafoglio in ecopelle

,

210,00
gonna palloncino misto lana e seta

,

240,00
Pantalone palazzo verde in viscosa nuova collezione macramè

,

220,00

Ultimi articoli

Aggiornamenti e curiosità dal mondo della moda alla scoperta di nuovi stili e nuove tendenze con un occhio anche al passato. Parleremo di moda etica e moda sostenibile, settore in continua crescita che finalmente è una realtà anche in Italia.

© Manifattura Tessile Salentina soc. Coop. — P.IVA 04594600753

Dalla “It Girl letteraria” di Elinor Glyn alla “Fashion Influencer” del XXI secolo

With It, you win all men if you are a woman and all women if you are a man. It can be a quality of the mind as well as a physical attraction. (Con” Esso “, tu vinci tutti gli uomini se sei una donna e tutte le donne se sei un uomo. “Esso” può essere una qualità della mente e un’attrazione fisica”)
— Elinor Glyn (1927)

Nel settore della moda l’antesignana di tutte le It Girl è Chloè Sevigny, una modella – attrice statunitense con atteggiamenti da anti-diva alla quale il giornalista Jay McInerney le dedicò un intero articolo sul New Yorker. Jay McInerney individuò nella giovane modella in ascesa delle qualità completamente diverse dalle altre modelle e un qualcosa di nuovo e di diverso quel “certo non so che” che la scrittice Elynor Glyn intendeva per It.
Fu proprio Elinor Glyn nel lontano 1927, a rendere popolare il concetto di “It Girl” avendo un’influenza notevole nei primi anni del secolo scorso soprattutto nella cultura popolare.
Fu lei l’inventrice della “It Girl letteraria” sulla quale nascono le nuove It Girl del XX secolo.
Ma chi sono le It Girl? Figlie del XX secolo, le “It Girl” nascono nella società britannica di ceto alto-borghese. Una It Girl è una giovane donna con classe innata, sex appeal e forte personalità che anticipa le tendenze della moda e riesce a creare outfit d’effetto miscelando capi vintage con capi appena usciti dalle passerelle.
Grazie all’avvento dei social come Facebook e Instagram le It Girl diventano nel XXI secolo Fashion Influencer. Giovani donne di nobili natali o semplici ragazze alla moda che si sono fatte strada da sole.

Curiosità: in America, le case di moda arrivano a pagare anche 15.000 dollari (ma anche 20.000 dollari se i followers superano i 6 milioni) per uno scatto su Instagram indossato da una Fashion Influencer famosa, l’importante è che il capo di abbigliamento si veda bene. Secondo Harper’s Bazar “l’industria della moda Usa spenderebbe oltre un miliardo di dollari per piazzare post sui principali blog che si occupano di fashion”.
Ma chi sono le It Girl italiane o Fashion Influencer? Giovani donne crative, eclettiche e fortemente mediterranee. Un fenomeno in continua ascesa quello delle Fashion Influencer che trova il suo luogo ideale in Milano. Qui, danno sfogo alla loro creatività trasformando il loro look in uno stile raffinato e creativo dove capi vintage e capi moderni vengono sapientemente mixati: abiti iper femminili con accessori audaci e mascolini che già da soli riescono a caratterizzare un intero look.
Amate e odiate, audaci, eclettiche e decisamente cosmopolite, con uno stile variegato dovuto alle influenze culturali e di stile, le It Girl o Fashion Influencer hanno la forza di influenzare il potere di acquisto e il pensiero di molte persone con il loro comportamento. Forbes le ha definite “the new celebrity endorsement” – le nuove testimonial della moda”.



Macramé

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter.

ho letto e accetto la privacy policy